5 motivi per visitare il fisioterapista almeno una volta all’anno

A volte, soffriamo di fastidio o dolore in qualche parte del nostro corpo e quando prendiamo la decisione di visitare lo specialista, scopriamo che è troppo tardi. Qualcosa che accade soprattutto quando si tratta di dolori articolari e muscolari. Non andiamo dal fisioterapista perché, a causa del ritmo di vita stressante e sedentario che conduciamo (un cocktail esplosivo che ci causa ogni tipo di problema di salute in generale e articolare in particolare) diamo per scontato che sia normale e ci abituiamo alla convivenza con quello.

Tuttavia, proprio per la sua natura inevitabile e quotidiana, i disagi muscolari che subiamo devono essere trattati da un professionista non solo per risolverli, ma anche per evitare che diventino un male maggiore e, in molte occasioni, cronico .

Per questo motivo, nel caso in cui ancora non credi nella prevenzione come rimedio per una moltitudine di malattie , in questo post preparato da tutti gli specialisti di Fisioterapia Fisioestetica Pesaro ti forniamo 5 motivi (anche se ce ne sono molti di più) per visitare il tuo fisioterapista almeno uno una volta all’anno e inizi a credere nella medicina preventiva come soluzione a gravi problemi di salute che si innescano nel medio e lungo termine.

5 motivi per visitare il tuo fisioterapista almeno una volta all’anno

1. Il nostro corpo perde ogni giorno la mobilità dei muscoli e delle articolazioni

Semplicemente a causa delle attività che svolgiamo nella nostra quotidianità, tutti i nostri muscoli e le nostre articolazioni perdono mobilità. Con un minimo di trattamento fisioterapico preventivo puoi rallentare in modo significativo questo processo di perdita di mobilità nel tuo corpo e impedire che causi dolore.

2. Ci auto-medichiamo mascherando il dolore senza risolvere il problema

I farmaci (antinfiammatori e analgesici) utilizzati per trattare i dolori muscolari e articolari non risolvono realmente il disturbo, semplicemente alleviano momentaneamente il dolore , riproducendolo successivamente e talvolta creando un effetto di rimbalzo difficile da invertire quando si interrompe il trattamento.

3. I dolori acuti che non vengono trattati in tempo diventano cronici

In relazione al punto precedente, se sopportiamo un eventuale dolore che trattiamo come qualcosa di inevitabile e non gli diamo l’importanza che merita, quel fastidio iniziato come qualcosa di innocuo può andare oltre e diventare, nel tempo, qualcosa di cronico a causa dell’usura e del al maltrattamento a cui abbiamo sottoposto quella particolare parte del nostro corpo.

4. Le lesioni che passano inosservate possono essere difficili da riparare nel tempo

Molti pazienti, per la loro precedente esperienza, per quello che gli altri consigliano loro o per i casi clinici che trovano su internet, autodiagnosticano una certa malattia quando in realtà ne hanno un’altra. Possiamo quindi credere di avere una contrattura muscolare quando, in realtà, ciò che presentiamo è una micro-rottura fibrillare. Pertanto, se permettiamo a questi disturbi di stabilirsi nel nostro sistema muscolare, possono essere più difficili da risolvere in futuro.

5. Niente fa male normalmente, normalmente niente fa male!

Non dovremmo considerare il dolore come qualcosa di quotidiano. Il dolore è un avviso inviato dal nostro corpo per informarci che qualcosa non va. Che sia causa di una malattia, di una risposta allo stress o perché si soffre di un infortunio, è necessario prendere coscienza del problema e cercare di risolverlo il prima possibile.

In Fisioestetica Pesaro abbiamo un folto gruppo di fisioterapisti che ti aiuteranno in ogni caso. Faccelo sapere !